Cittadini e forestieri a Treviso nel Medioevo (secc. XIII-XIV).pdf

Cittadini e forestieri a Treviso nel Medioevo (secc. XIII-XIV) PDF

Giampaolo Cagnin

Sfortunatamente, oggi, domenica, 26 agosto 2020, la descrizione del libro Cittadini e forestieri a Treviso nel Medioevo (secc. XIII-XIV) non è disponibile su sito web. Ci scusiamo.

Cittadini e forestieri a Treviso nel Medioevo (secc. XIII-XIV), Libro di Giampaolo Cagnin. Sconto 5% e Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Cierre Edizioni, collana Studi e fonti di storia locale, brossura, data pubblicazione gennaio 2008, 9788883142468.

4.53 MB Dimensione del file
8883142462 ISBN
Gratis PREZZO
Cittadini e forestieri a Treviso nel Medioevo (secc. XIII-XIV).pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.nettunofirenze.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Città, comuni e corporazioni nel medioevo italiano: Autore: Antonio Ivan Pini Casa Editr €38.50: Cittadini e forestieri a Treviso nel Medioevo (secoli XIII-XIV) Autore: Giampaolo Cagnin Cierre Edi €20.00: Civitas Penne. La città medievale Scopri i libri della collana Studi e fonti di storia locale edita da Cierre Edizioni in vendita a prezzi scontati su IBS!

avatar
Mattio Mazio

Studi e fonti per la storia locale. Cittadini e forestieri a Treviso nel Medioevo (secc. XIII-XIV), a cura di G. CAGNIN, Sommacampagna (VR), Cierre Edizioni, 2004, pp. 560. Libro macaronico di Zuanne Mestriner. Cronache di Treviso raccontate da un barbiere tra il 1682 e il 1731, a cura di M. MORO, Sommacampagna (VR), Cierre Edizioni, 2003, pp. 367.

avatar
Noels Schulzzi

NOVELLO, Alessandro. – Figlio di Alessandro, nacque a Treviso presumibilmente nei primi anni Cinquanta del XIII secolo, da un ceppo familiare appartenente al notabilato urbano preminente. Il padre era stato giudice al servizio del Comune di Treviso nel periodo della dominazione di Alberico da Romano (1237-59) e procuratore dei Caminesi, per conto dei quali, presumibilmente nel 1254, si era (lat. Vicetia) Città del Veneto, capoluogo di provincia, situata alla confluenza del fiume Retrone con il Bacchiglione. Antica città romana, sede di municipium dal 49 a.C., VICENZA a partire dalla fine del sec. 6° fu, di certo, sede vescovile (Cracco Ruggini, 1987). Tra il 568 e il 569 fu occupata dai Longobardi e divenne poi sede di ducato, fino all'avvento dei Franchi nel 774 (Settia, 1988).

avatar
Jason Statham

Treviso ha nel valore ambientale del suo centro storico la sua ricchezza. La rete di canali, le vie a portici, gli edifici medievali e rinascimentali dalle facciate dipinte contribuiscono, insieme ai monumenti, a dargli un carattere originale. In epoca medievale il diritto di cittadinanza veniva originariamente concesso a chi da un determinato numero di anni possedeva una casa entro il recinto delle mura e pagava le imposte. In seguito, esso si estese poco alla volta alle varie categorie di immigrati, con provvedimenti diversi. Portale Medioevo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medioevo

avatar
Jessica Kolhmann

TREVISO CITTÀ MEDIEVALE Città d’oggi e del medioevo: il caso di Treviso Alla scoperta della città nello spazio e nel tempo FONTI E RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI Fonti fotografiche Fonti cartografiche mappa di Treviso Riferimenti bibliografici T. Basso/A. Cason, Treviso ritrovata, Ed. Canova 1979 Fu con la rinascita dell’Anno Mille che Treviso, datasi statuti comunali e vinto l’imperatore Federico Barbarossa accanto alle città delle leghe Veronese e Lombarda, conobbe un notevole sviluppo, ampliandosi nelle dimensioni ed arricchendosi di monumenti e palazzi, che le valsero il soprannome di urbs picta. Il vivere trevigiano divenne sinonimo di vita gaudente e la