Aristotele e lontologia.pdf

Aristotele e lontologia PDF

Enrico Berti, Bruno Centrone, Paolo Fait

Le tesi di Aristotele rappresentano un punto di riferimento imprescindibile per chiunque si occupi di ontologia. Da lui, infatti, derivano gran parte dei termini ancora oggi utilizzati e dei problemi su cui non si è mai smesso di discutere. Questo libro permette, al lettore interessato, di avvicinarsi ad alcune prospettive contemporanee sullargomento espresse da alcuni dei maggiori studiosi italiani.

La gnoseologia (AFI: /ɲozeoloˈʤia/; dal greco gnòsis, «conoscenza», + lògos, «discorso»), chiamata anche teoria della conoscenza, è quella branca della filosofia che studia la natura della conoscenza.In particolare, così come si è consolidata nell'età moderna ad opera della speculazione filosofica di Kant, la gnoseologia si occupa dell'analisi dei fondamenti, dei limiti e della L’ontologia secondo Aristotele: il superamento della concezione parmenidea e platonica dell’Essere . L’idea di Essere da Parmenide a Platone

1.29 MB Dimensione del file
8889130202 ISBN
Aristotele e lontologia.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.nettunofirenze.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Comunque lo si voglia curvare, il primato dell'atto rispetto alla potenza in Aristotele è un dato che si impone; non così in Heidegger, dove, al contrario, emerge ...

avatar
Mattio Mazio

L'ontologia costituisce in sistema tutti i concetti dell'intelletto e i suoi principi, ma solo in quanto essi si riferiscono a oggetti che possono essere dati ai sensi. L'ontologia non è scienza dell'essere (la cosa in sé è inattingibile) ma del fenomeno.

avatar
Noels Schulzzi

L'indirizzo prevalente nella m. antica successivamente ad Aristotele è quello di ... trascendenza dell'uno rispetto all'essere, e riflessione ontologica aristotelica, ... Parole-chiavi: Filosofia clàssica; categoria del lavoro; soggetto e oggetto; politica ... di Aristotele sia quella della Logica di Hegel per erigere la propria ontologia.

avatar
Jason Statham

Che la prospettica ricerca di comunità, l’ontologia che verrà, non si riferirà alla socialità antica come modello ma avrà lì un presupposto “potenziale” (non necessario). La costruzione “emotiva” del libro serve a confortarci: la comunità c’è sempre stata, non è solo astratta invenzione di visionari e anzi è l’ontologia del pensiero più alto della civiltà. Aristotele e l'ontologia M. Bianchetti, Paolo Fait, Enrico Berti, Bruno Centrone. Le tesi di Aristotele rappresentano un punto di riferimento imprescindibile per chiunque si occupi di ontologia. Da lui, infatti, derivano gran parte dei termini ancora oggi utilizzati e dei problemi su cui non si …

avatar
Jessica Kolhmann

L'ontologia, in quanto metafisica (secondo la terminologia introdotta da Andronico di Rodi), è la "filosofia prima" aristotelica, che ha come suo primario oggetto di indagine l'essere in quanto tale, e solo in via subordinata l'ente (dal greco ὄντος, genitivo di ὄν, essente). "In quanto tale" significa a prescindere dai suoi aspetti accidentali, e quindi in maniera scientifica.