Besprizornye. Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935).pdf

Besprizornye. Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935) PDF

Luciano Mecacci

Tra gli orrori di cui la storia del Novecento è stata prodiga, pochi sono paragonabili alla condizione dei besprizornye, come venivano chiamati nella Russia postrivoluzionaria gli innumerevoli bambini e ragazzini rimasti orfani in seguito alla guerra, alla guerra civile o alla carestia. Stimati tra i sei e i sette milioni nel 1921, sporchi, vestiti di stracci, vagavano da soli o in gruppi per le città e le campagne in cerca di cibo, spostandosi nel paese aggrappati alle balestre sotto i vagoni dei treni, trovando riparo dal gelo negli scantinati delle stazioni o dentro i cassonetti, spinti dalla fame a un crescendo di aggressività e violenza che arrivava fino al cannibalismo. Né potevano offrire unalternativa a quella vita gli orfanotrofi pubblici: strutture, in tutto simili ai lager che di lì a poco sarebbero sorti per altri scopi, dove bambini scheletrici giacevano ammassati in condizioni spaventose. E se negli anni Venti il problema viene studiato sul piano sociale, politico, giudiziario, psicologico ed educativo, in seguito saranno imposti il silenzio e la censura da parte di uno Stato che non può certo ammettere un simile sfacelo nel paradiso della società sovietica. Negli ultimi trentanni il fenomeno è tornato oggetto di analisi e rigorose ricerche storiche. Luciano Mecacci è riuscito, grazie a testimonianze dirette e documenti dellepoca spesso trascurati, a offrirne una ricostruzione completa anche dallinterno, calandosi - e calandoci - nellabisso psicologico e umano dei protagonisti di vicende che possono sembrare, oggi, semplicemente inverosimili.

6 dicembre 2019. LUCIANO MECACCI. BESPRIZORNYE Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935) (Adelphi, 2019) ... 7 feb 2020 ... Besprizornye. Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935) (Milano, 2019 , Adelphi, pagine 274, euro 22), si avvale infatti di ...

8.42 MB Dimensione del file
8845933989 ISBN
Besprizornye. Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935).pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.nettunofirenze.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Besprizornye: bambini randagi. Tutt’altro che leggero il tema della conversazione: la sorte dei bambini abbandonati nella Russia sovietica. Mecacci è infatti autore del saggio “Besprizornye.Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935)”, uscito recentemente nella collana “L’oceano delle storie” di Adelphi, arricchito da 35 fotografie a colori e in bianco e nero fuori testo.

avatar
Mattio Mazio

Tra gli orrori di cui la storia del Novecento è stata prodiga, pochi sono paragonabili alla condizione dei besprizornye, come venivano chiamati nella Russia postrivoluzionaria gli innumerevoli bambini e ragazzini rimasti orfani in seguito alla guerra, alla guerra civile o alla carestia. Stimati tra i sei e i sette milioni nel 1921, sporchi, vestiti di stracci, vagavano da soli o in gruppi per A questi bambini, i figliastri della rivoluzione, rimasti orfani, abbandonati dai genitori o addirittura che decisero di propria volontà di lasciare la famiglia, ormai decimata dalle violenze e dalla fame, dedica adesso un libro Luciano Mecacci, Besprizornye. Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935), pubblicato da Adelphi nella bella

avatar
Noels Schulzzi

Besprizornye. Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935) (Milano, 2019, Adelphi, pagine 274, euro 22), si avvale infatti di testimonianze dirette e documenti dell’epoca spesso trascurati, per offrire una ricostruzione dettagliata di vicende terribili, calando il lettore nell’abisso nel quale precipitarono le … Luciano Mecacci, Besprizornye, Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935), Milano, Adelphi, 2019. ISBN 9788845933981. In altre lingue. EN) Luciano Mecacci, Brain and history: The Relationship between Neurophysiology and Psychology in Soviet Research, preface by A. R. Luria, New York, Brunner/Mazel, 1979.

avatar
Jason Statham

Natura: Monografia - Materiale testuale - Materiale a stampa: Descrizione: Besprizornye : bambini randagi nella Russia Sovietica : (1917-1935) / Luciano Mecacci Luciano Mecacci, "Besprizornye. Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935)" Italiano | ISBN: 8845933989 | 2019 | 274 pages | PDF | 3 MB

avatar
Jessica Kolhmann

Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935) L'oceano delle storie , 23 2019, pp. 274, 35 fotografie a colori e in bn fuori testo Riferimenti bibliografici L. Mecacci, Besprizornye.Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935), Adelphi, Milano 2019. A.M. Ball, And now my soul is hardened.Abandoned children in Soviet Russia, 1918-1930, University of California Press, Berkeley-Los Angeles-London 1994. D. Caroli, L’enfance abandonee et délinquante dans la Russie soviétique (1917-1937), L’Harmattan, Paris 2004.