Il suo nome è Fausto Coppi.pdf

Il suo nome è Fausto Coppi PDF

Maurizio Crosetti

Un atleta che è stato anche un simbolo dell’Italia che si trasformava e che ha fatto diventare il ciclismo pura poesia. “Il suo nome è Fausto Coppi” di Maurizio Crosetti è la storia, prima ancora che del grande atleta, di un uomo che ha cambiato ogni possibile concezione dello sport. Crosetti fa il ritratto di Coppi, cercando di ottenere qualcosa di completo, che ingabbi ogni aspetto del grande atleta e dell’uomo che percorreva le montagne e le vallate vedendone la bellezza, capendo la poesia dei fili di grano e intravedendo nella popolazione italiana nuove possibilità di cambiamento e di entusiasmo. Questo, e molto altro, era Fausto Coppi, descritto qui a cento anni dalla sua nascita, in tutta la sua complessità. Dalle sconfitte alle vittorie, fino alle tragedie e ai grandi amori, di una sorta di eroe nazionale che si muoveva nell’Italia frastornata dalla guerra, ma alla ricerca di una rivincita e di una nuova spinta, Crosetti racconta Coppi attraverso la voce dei personaggi che l’hanno davvero conosciuto: dal rivale amico Bartali, dai famigliari, ai collaboratori fino alla dama bianca. Il coro di voci che racconta Coppi si unisce alla sua voce, autentica e pura, in cui si descrive e racconta che cosa voleva dire per lui andare in bicicletta perché non era semplicemente uno sport o un lavoro, ma era uno stile di vita. Attraverso un lavoro di documentazione immenso, Maurizio Crosetti fa un affresco meraviglioso di un uomo in “Il suo nome è Fausto Coppi”.

Angelo Fausto Coppi, ma tutti lo chiamano Faustino. Nasce a Castellania, in cima a una collina, alle spalle di Tortona, il 15 settembre 1919. Il papà, Domenico, ha un campo di sei ettari, la mamma, Angiolina, tiene casa e figli, i figli sono Livio, maggiore, e Serse, minore, e le due sorelle Dina e Maria. COPPI, Fausto (Angelo Fausto). - Nacque a Castellania (Alessandria) il 15 sett. 1919, quartogenito (il quinto, Serse, nascerà nel 1923) di Domenico e di Angiolina Boveri, proprietari di un modesto fondo coltivato a granturco e vite, a mala pena sufficiente al sostentamento della famiglia. Il COPPI, Fausto, frequentate con scarso profitto le elementari, non volle scontare la "condanna. a

4.32 MB Dimensione del file
8806241850 ISBN
Il suo nome è Fausto Coppi.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.nettunofirenze.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

11 ott 2019 ... “Un uomo solo al comando, la sua maglia è biancoceleste: il suo nome è Fausto Coppi”. Chi non conosce la famosissima frase del ... Un uomo solo al comando, la sua maglia è bianco-celeste, il suo nome è Fausto Coppi. Mario Ferretti, dalla radiocronaca della...

avatar
Mattio Mazio

7 mag 2017 ... Giro d'Italia numero 100, i grandi campioni/2 Fausto Coppi. La storia ... della corsa, la sua maglia è biancoceleste, il suo nome è Fausto Coppi”.

avatar
Noels Schulzzi

La storia del Campionissimo. Fausto Coppi nasce a Castellania, in provincia di Alessandria, il 15 Settembre del 1919, quarto figlio dei cinque di Domenico Coppi e Angiolina Boveri ( i fratelli e sorelle sono Livio, Dina, Maria e Serse) A tredici anni lavora come garzone in una salumeria di Novi Ligure ed uno dei suoi compiti è quello di provvedere alle consegne del negozio , iniziando così a COPPI E IL DIAVOLO – Cominciamo con un “grande classico”, tra i libri su Fausto Coppi, messo nero su bianco dalla penna di uno dei maestri del giornalismo sportivo italiano, Gianni Brera.Che nel suo Coppi e il diavolo (Book Time, 158 pagine, da 11,90 euro) svela i retroscena della vita di un uomo con le sue debolezze, le sue gioie, i suoi errori, che ha scelto il duro mestiere di

avatar
Jason Statham

Fausto Coppi nasce il 15 settembre 1919, figlio di Domenico e Angiolina. Appena nato pesa solo due chili. Ragazzetto, comincia a lavorare come garzone di salumeria a Novi Ligure dove incontra colui che tanta parte avrà nei suoi trionfi: il massaggiatore cieco Biagio Cavanna , autentico 'santone' del ciclismo che negli anni precedenti era stato con Girardengo. Riascolta SFOGLIANDO OLIMPIA - Il suo nome è Fausto Coppi: un coro di voci racconta il Campionissimo di Olympia . Segui tutte le puntate, i podcast, la dirette e il palinsesto della radio de Il

avatar
Jessica Kolhmann

Pedalo quindi sono, Fausto Coppi raccontato da chi lo conosceva bene Non lo prendevi mai, scappava via. La sua prima bici era di suo fratello Livio, ma troppo grande per lui, dice Angiolina. Portava i pacchetti con la bici e saliva le scale, entrava nelle case e gli ripetevo di salutare bene, dice… Tra Fausto Coppi e Gino Palumbo c’era un legame molto stretto. Fu proprio il giornalista a rimediare una biciclietta al campione, al ritorno dalla guerra in Africa, quando sbarcò a Napoli. Si incontrarono e Coppi, che aveva già vinto il suo primo giro nel 1940, gli chiese una mano.