Sergio Ramelli. Quando uccidere un fascista non era reato.pdf

Sergio Ramelli. Quando uccidere un fascista non era reato PDF

Marco Carucci, Paola Ramella

La storia di uno degli omicidi politici più efferati e vigliacchi dItalia per la prima volta raccontata in un albo a fumetti. Unopera che racconta la vita e la morte di Sergio Ramelli, giovanissimo militante di destra del Fronte della Gioventù discriminato, perseguitato e poi brutalmente aggredito a morte il 13 marzo 1975 da un commando di militanti comunisti di avanguardia operaia. In questo albo, Sergio Ramelli rivive nei suoi affetti, nei suoi trascorsi giovanili, nelle sue passioni sportive, nel suo impegno politico, nella quotidianità di un ragazzo di appena 18 anni. Un ritratto fedele, basato esclusivamente su testimonianze dirette e fonti storiche accertate, che consegna ai lettori una vita spezzata, una tragedia familiare, un dramma generazionale, una ferita aperta.

Titolo: SERGIO RAMELLI - QUANDO UCCIDERE UN FASCISTA NON ERA REATO Autori: Marco Carucci Disegni: Paola Ramella Formato: 24 x 17 Pagine: 140 Prezzo: 19,00 euro Uscita prevista: 20 aprile 2017

2.46 MB Dimensione del file
8894246612 ISBN
Sergio Ramelli. Quando uccidere un fascista non era reato.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.nettunofirenze.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Ma uccidere uno di noi non era un reato. Ho parlato di me, ma questa era la vita di tutti i militanti di destra, per i quali non era previsto il rispetto perché non erano uomini: erano solo topi di fogna. Era la vita di Sergio Ramelli ed è stata anche la sua morte, come quella di tanti altri camerati.

avatar
Mattio Mazio

24 apr 2017 ... 13 marzo 1975: Sergio Ramelli viene aggredito sotto casa. Morirà il 29 Aprile, dopo 47 giorni di agonia. Questa puntata (di domenica 23 ...

avatar
Noels Schulzzi

Quando uccidere un fascista non era reato, edito da Ferrogallico. Un’iniziativa che, secondo il capolista veneto del Pd alle europee, Variati, dunque, invece di scagliarsi contro il Comune di Verona, farebbe bene a procurarsi anche lui una copia di Sergio Ramelli. Quando uccidere un fascista non era reato.

avatar
Jason Statham

Titolo: SERGIO RAMELLI – QUANDO UCCIDERE UN FASCISTA NON ERA REATO Autori: Marco Carucci Disegni: Paola Ramella Formato: 24 x 17 Pagine: 140 Prezzo: 19,00 euro

avatar
Jessica Kolhmann

L'omicidio di Sergio Ramelli fu un fatto di cronaca nera avvenuto a Milano nel 1975, di cui fu vittima un diciottenne militante del Fronte della Gioventù (articolazione giovanile del Movimento Sociale Italiano - Destra Nazionale) lo studente Sergio Ramelli: questi, aggredito il 13 marzo da un gruppo di militanti contigui ad Avanguardia operaia, morì più di un mese e mezzo dopo, il 29 aprile Sergio Ramelli. Quando uccidere un fascista non era reato: La storia di uno degli omicidi politici più efferati e vigliacchi d'Italia per la prima volta raccontata in un albo a fumetti.Un'opera che racconta la vita e la morte di Sergio Ramelli, giovanissimo militante di destra del Fronte della Gioventù discriminato, perseguitato e poi brutalmente aggredito a morte il 13 marzo 1975 da un